PREMIO PENISOLA SORRENTINA. Tutto pronto per l’Edizione numero 26

Attesa per il 22 e il 23 ottobre 2021 è la ventiseiesima Edizione del Premio internazionale “Penisola Sorrentina”, riconoscimento per l’Audiovisivo e per la Cultura che vanta il patrocinio della Regione Campania e del Ministero della Cultura, organizzato in collaborazione con il Comune di Sorrento, guidato dal Sindaco Massimo Coppola.

In linea con la strategia di promozione e di destagionalizzazione, disegnata con il Modello Sorrento e il brand “Sorrento aspetta te – commenta il Sindaco di SorrentoMassimo Coppola – il Premio Penisola Sorrentina costituisce un appuntamento importante per evidenziare che la cultura in generale rappresenti l’elemento fondamentale su cui investire per una rinascita sociale, economica e turistica del nostro territorio.

Patron del Premio è Mario Esposito che ha visto nascere la kermesse grazie all’impiego e alla passione di suo padre, Arturo Esposito, a cui è dedicato, e l’ha fatta crescere con immensa professionalità. Presidente del Premio sarà ancora una volta l’attore e produttore Luca Barbareschi. Alla guida della Sezione “Musica e Cinema”, il jazzista internazionale Danilo Rea. La Sezione dedicata a Dino Verde vedrà impegnati l’autore, conduttore e doppiatore Giancarlo Magalli e l’autore televisivo Gustavo Verde, figlio di Dino. Tra gli altri illustri consulenti, l’attrice Francesca Cavallin, lo scrittore Magdi Allam, l’attrice e modella Valeria Altobelli, ex Miss Mondo Italia e presidente dell’Associazione Internazionale Mission NGO. Insieme a quest’ultima Associazione, il Penisola Sorrentina sta costruendo uno speciale momento dedicato al Cinema e ai Diritti umani.

Felice di presiedere per il quarto anno consecutivo la Giuria del prestigioso Premio Penisola Sorrentina”. Così ha dichiarato Luca Barbareschi, attore, regista e produttore cinematografico.

Luca Barbareschi è un’eccellenza ed una garanzia del mercato televisivo, teatrale ed audiovisivo italiano. Produzioni come quelle di Adriano Olivetti, Io sono Mia, Mennea, Chiara Lubich portano la sua firma. Quest’anno, con la sua presidenza, il Premio Penisola Sorrentina proporrà qualcosa di innovativo e di prestigioso per l’Italia della cultura”: recita così la motivazione contenuta nella nota di conferimento dell’incarico a firma del direttore generale dell’Organizzazione Mario Esposito.

Europa, America, rapporti e produzioni internazionali saranno, dunque, al centro dell’agenda del Premio Penisola Sorrentina 2021 che si ispira al “Modello Sorrento”, creato da Massimo Coppola, Sindaco della Città che si appresta anche ad accogliere ad ottobre i Lavori del G20.

Durante la serata-evento, in programma a Sorrento il prossimo 23 ottobre, verranno anche assegnati i Premi della Critica cinematografica “Lunedì film” a cura di Pier Paolo Mocci.

Il programma del Premio, che articolerà un racconto dell’Italia della Cultura e del mondo attuale nel dopo Covid, prevede il giorno precedente la premiazione un convegno dedicato al Cinema e al mattino della giornata conclusiva un ted talk, presieduto da Roberto Napoletano, su Mezzogiorno ed Europa.

Inoltre, con lo IACE (Italian Language Center) di New York e il Centro culturale Exordium il Premio Penisola Sorrentina porta avanti le celebrazioni digitali di Dante700.

Infine, quest’anno nasce la prestigiosa sinergia tra il Premio e il Master di Drammaturgia e Cinema dell’Università Federico II di Napoli.

Il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito ha sempre rappresentato una sorta di zona franca in cui convivono il colto ed il popolare; premi Oscar e politici, giovani interpreti e nomi noti. Cultura nel senso più alto del termine. Al limite della contaminazione e della sperimentazione. Al Premio Penisola Sorrentina sono passati Capi di Stato, come Francesco Cossiga, e Premi Oscar, come Nicola Piovani e Fred Murray Abraham. E, poi, tanti volti del Cinema e della Televisione come Lino BanfiSandra MondainiPippo BaudoGiancarlo GianniniSerena RossiChristian De SicaPeppe ServilloPaolo RuffiniLino GuancialeLeo GullottaAlberto BevilacquaWalter Veltroni, solo per citarne alcuni.

A tutti i Premiati è andata la Statuetta-cammeo allestita dal maestro artigiano di Torre del Greco Francesco Scognamiglio, su soggetto artistico del sannita Giuseppe Leone che è anche il Direttore artistico di un progetto collaterale del Premio dedicato ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri e che coinvolge gli Stati Uniti, grazie alla sinergia con il Centro culturale internazionale Exordium e l’Italian American Committee on Education di New York, presieduto da Berardo Paradiso.

La conferenza stampa di presentazione del PREMIO PENISOLA SORRENTINA si terrà al Teatro Eliseo di Roma mercoledì 6 ottobre alle ore 11:00